Vasken Berberian

Vive e lavora in Italia. Nei suoi libri racconta la travagliata storia del popolo armeno e le sorti della diaspora. Il suo romanzo di esordio Come sabbia nel vento, scritto a quattro mani con la giornalista e conduttrice televisiva Sonia Raule, è pubblicato dalla Sperling & Kupfer nel 2011.

Con il suo secondo romanzo Sotto un cielo indifferente (Sperling & Kupfer 2013)[1] vince il Premio Acqui Storia nella categoria romanzo storico 2014, il premio Horcynus Orca 2015 e il premio Marco e Alberto Ippolito della FNISM (Federazione Nazionale Insegnanti).

Collabora come regista con l’agenzia pubblicitaria Armando Testa

 

Sabrina Minetti è nata e vive a Milano. Si occupa di formazione e comunicazione per il Capac Politecnico del Commercio e del Turismo e per la Fondazione ITS Innovaturismo. È giornalista pubblicista, editor e scrittrice. Ha pubblicato i romanzi “L’isola dei voli arcobaleno” (Autodafè, 2011), finalista a Sanremo Writers 2012 e primo classificato al premio Lago Gerundo 2014, “#librosospeso” (Edizioni dEste, 2014), “I giganti azzurri”, con Marco Zanisi (Edizioni dEste, 2016, poi tradotto in inglese e spagnolo), “Fior d’impresa”, romanzo per ragazzi scritto a quattro mani con Massimiliano Comparin (Edizioni dEste, 2017) e numerosi racconti in antologie per Lampi di Stampa, Eclissi, Morellini, Novecento, Autodafè, dEste. Per Rancilio Cube ha scritto alcuni racconti ed è stata curatrice delle pubblicazioni di storytelling Storie d’impresa avvincenti (dEste, 2015, Crowdbooks, 2016). È stata per tre volte finalista al premio Giallostresa e per due volte ha vinto il premio Edizione per racconti inediti nell’ambito del concorso Lago Gerundo [...]

Vladimir Di Prima è nato a Catania nel 1977. Dopo la laurea in Legge si è specializzato in Criminologia. Ha esordito con il romanzo Gli Ansiatici (2002) a cui sono seguiti Facciamo Silenzio (2007), Le incompiute smorfie (2014) e Pensieri in faccia (2015). Vive alle pendici dell’Etna, lontano da frastuoni modaioli e architetture di cartapesta. Per Algra Editore dirige la collana di letteratura erotica “Lanterne rosse” e quella legata al mondo dell’etere “Social”.

Laureata in Semiotica, con Umberto Eco, con il massimo dei voti e lode, al DAMS di Bologna; ha vinto una borsa di studio quinquennale per l’EHESS a Parigi, dove ha frequentato un Dottorato di Ricerca in Linguistica. Dopo aver vissuto a Parigi, Berlino e ad Amsterdam, e aver collaborato in qualità di operatrice culturale alla gestione del centro culturale Palazzo Lanfranchi e del Teatro Verdi di Pisa, ha creato e gestito per diversi anni il centro Discipline Olistiche Nagual, sempre a Pisa, dove organizza corsi, insegna Yoga e Danza Orientale.

Da alcuni anni è impegnata in prima persona nella creazione di un Ecovillaggio in Lunigiana.

Ha scritto e pubblicato, con la presentazione di Dacia Maraini, un romanzo ambientato nei giorni del G8 a Genova “In quei giorni c’era molta luce”(ETS) e, precedentemente, altri tre lavori “Anime in Bestia” (PIXART), una raccolta di racconti con introduzione di Athos Bigongiali, “Chiamarsi Fuori”(Stampa Alternativa) , [...]

Marco Truzzi

Autore

Marco Truzzi – che sarei poi io – è nato a Correggio (ridente borgo in provincia di RE talmente noto da poter evitare di scrivere “RE”, appunto) nel 1975.
Ha una maturità classica, una laurea in Filosofia e un master in editoria.
Insieme a sua moglie Annamaria, ha anche due bimbi per quanto i bambini non siano di nessuno.
Ha pubblicato un testo teatrale, “Caffè Hal, Tel Aviv” (Diabasis, 2007).
Ha pubblicato un romanzo, “Non ci sono pesci rossi nelle pozzanghere” (Instar, 2011), che ha vinto il Premio Bagutta, il Premio Regium Julii e il Premio Fortunato Seminara.
Ha pubblicato un reportage narrativo, “Sui confini” (Exòrma Edizioni, 2017).
Quando gli va scrive delle cose.
Contravvenendo a tutte le regole che contraddistinguono il “buon blog”, questo blog pubblica articoli di argomento vario e non selezionato (vedi punto precedente).

http://www.marcotruzzi.it/blog/

Daniela Stallo, nata a Taranto nel 1966. Giornalista pubblicista, ha collaborato a quotidiani locali, occupandosi sia di questioni politico-amministrative sia di temi culturali.

Già avvocato civilista, vive attualmente a Pisa, dove insegna diritto nelle scuole secondarie superiori.

Ha collaborato al lavoro di documentazione e raccolta di testi parlamentari (“Beni culturali, perché? Iter di un mandato parlamentare”), stampa a cura dell’Associazione politico culturale il Confronto, Taranto, 1992.

Ha pubblicato nel 2011 un libro di racconti, “La città sul mare”, Casa Editrice “Le Brumaie, Cantalupa, Torino.

manuppelliNicola Manuppelli è nato a Vizzolo Predabissi nel 1977. Scrive, traduce, cura, scopre e “importa” autori americani e irlandesi (fra i quali Andre Dubus, Charles Baxter, Jane Urquhart, Roger Rosenblatt, A.B. Guthrie, Sara Taylor, Gina Berriault, Don Robertson). Collabora, fra gli altri, con Mattioli, Minimum Fax, Nutrimenti, Aliberti.
Suoi articoli sono apparsi su Chicago Quarterly, Numéro, D di Repubblica, Satisfiction, Il Primo Amore, IBS Café.
Diversi suoi racconti sono inseriti in antologie italiane e americane. Ha pubblicato i romanzi Bowling (2014, Barney Edizioni) e Merenda da Hadelman (2016, Aliberti), la biografia della scrittrice Alice Munro, La fessura (2014, Barbera) e la raccolta di poesie Quello che dice una cameriera (2017, Miraggi).
Dal 2016 conduce il programma radio “I fuorilegge” con Claudio Marinaccio e dirige una collana omonima di letteratura americana e italiana. Nel 2016 [...]

Veronica Tomassini, siciliana, di origini umbre. Esordisce con il romanzo “Sangue di cane”, Laurana editore, nel 2010. Nei suoi scritti tornano spesso ambientazioni suburbane, storie intestine e periferiche. Predilige gli antieroi , gli immigrati, i vuoti a perdere, i profeti delle panchine. Ha partecipato al Dizionario Affettivo di Matteo B.Bianchi, un suo racconto è presente nell’antologia edita da Transeuropa, “Love out”, mentre per la collana digitale Zoom di Feltrinelli nel luglio 2012  è uscito il mini-ebook  dal titolo “Il polacco Maciej”. Ha collaborato con la Scuola Holden nell’ambito di un progetto editoriale. Suoi scritti sono comparsi in diverse riviste letterarie. Collabora con Il Fatto Quotidiano dove cura anche il blog: http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/vtomassini/. Cura il blog personale: www.veronicatomassini.wordpress.com.  A luglio 2014, pubblica con Gaffi editore il romanzo “Christiane deve morire”. Partecipa con un suo testo all’antologia “La formazione della scrittrice”, edito da Laurana, curata da Chicca Gagliardo e Gabriele Dadati, per un’idea di Giulio Mozzi, uscita nel [...]

Veronica Tomassini, siciliana, di origini umbre. Esordisce con il romanzo “Sangue di cane”, Laurana editore, nel 2010. Nei suoi scritti tornano spesso ambientazioni suburbane, storie intestine e periferiche. Predilige gli antieroi , gli immigrati, i vuoti a perdere, i profeti delle panchine. Ha partecipato al Dizionario Affettivo di Matteo B.Bianchi, un suo racconto è presente nell’antologia edita da Transeuropa, “Love out”, mentre per la collana digitale Zoom di Feltrinelli nel luglio 2012  è uscito il mini-ebook  dal titolo “Il polacco Maciej”. Ha collaborato con la Scuola Holden nell’ambito di un progetto editoriale. Suoi scritti sono comparsi in diverse riviste letterarie. Collabora con Il Fatto Quotidiano dove cura anche il blog: http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/vtomassini/. Cura il blog personale: www.veronicatomassini.wordpress.com.  A luglio 2014, pubblica con Gaffi editore il romanzo “Christiane deve morire”. Partecipa con un suo testo all’antologia “La formazione della scrittrice”, edito da Laurana, curata da Chicca Gagliardo e Gabriele Dadati, per un’idea di Giulio Mozzi, uscita nel [...]

Luigi Carrozzo è nato a Salerno nel 1975. Ora vive a Milano. Da anni lavora nel mondo dell’editoria. Ha collaborato con numerose redazioni editoriali (Feltrinelli, Kowalski, Rizzoli, Bur, Chiarelettere) ricoprendo vari ruoli: traduttore, ghost writer, editor, redattore. Suoi racconti sono stati pubblicati su riviste e antologie.foto_profilo_Fb

Back to top